Rivoluzione Salva Famiglia

… contro il sistema criminale statale

Salviamo il Mondo

Blog di una avvocatessa che si definisce femminista ma che, al contrario, lotta contro il nazi-femminismo: http://www.feminazileaks.info/daily/spagna-e-svezia-cadute-in-mano-al-patriarcato/

Il Femminismo …Separazioni e divorzi in Italia scanditi da Leggi di Genere – http://www.ilfemminismo.it

SCUM Manifesto – http://www.generationterrorists.com/quotes/scum_manifesto.shtmlhttp://it.wikipedia.org/wiki/SCUM_Manifesto – https://www.facebook.com/photo.php?fbid=129766950372887&set=pu.129750913707824&type=1&theater

Le donne, le femministe, le nazi-femministe vogliono cambiare il mondo.

Ma perchè? Perché ce l’hanno così tanto con il maschio e perchè lo vogliono annientare?

Per molti motivi ma il principalei è la vendetta per come il maschio le ha trattate, loro…le donne, per molto tempo. Noi uomini siamo delle merde e su questo ormai ne ho la piena convinzione. Ne sono così convinto che se un giorno mia figlia mi dicesse che è lesbica, ne sarei felice.
L’uomo è uno sfruttatore. L’uomo sfrutta tutto quello che ha a disposizione per raggiungere il suo scopo: il successo ed i soldi.
L’uomo abusa di tutto quello che gli capita a tiro. L’uomo abusa dei bambini (pedofilia), abusa delle risorse ambientali/naturali ed abusa della donna.
Questa clip dal film Melissa P. dimostra esattamente quello che intendo:

Come si vede nel film, la poverina poi finisce per reagire al trattamento, emulando il comportamento maschile e questo è il motivo per cui, secondo me, alla donna si addice benissimo la definizione di “sesso debole”. Questa è la natura dell’uomo e della donna: l’uomo abusa, la donna soffre e reagisce da uomo. Sono dell’idea che se oggi viviamo questo scempio nazi-femminista è, prima di tutto, colpa nostra, cari colleghi uomini.

Purtroppo, in tutto questo schifo di pedo-criminalità, i criminali e cioè tutti coloro che agiscono attivamente o tutti coloro che assecondano questo tipo di crimini, sono così accecati dal loro goal che perdono di vista la sofferenza di troppa gente, bambini prima di tutto.

Leggete qui:

…”il ricordo di quei giorni violenta la mia mente in continuazione, stare li, seduta, costretta al silenzo, in compagnia di un ragazzo come me…Ancora sento il rumore delle sue lacrime che scendevano ininterrottamente, ancora sento il suo respiro, a volte sembrava non riuscisse a riprendere fiato, mi preoccupavo, ma non potevo parlare, avevo paura di essere sentita, non potevo dargli la forza di resistere, si, perchè di resistenza si trattava, solo resistere potevamo in quei giorni. Pensavo a chi era a casa, pensavo a quanto stessero soffrendo, pensavo a quante lacrime di sangue scendevano dal cuore del mio papà, era un continuo pensare, tormentata dai pensieri, solo tormentata dai pensieri. Poi, ogni tanto si apriva il varco, non chiedetemi cosa si aprisse, non lo so, ero bendata, vedevo solo nero ed udivo solo silenzio, il mio appetito era sparito, i miei sogni violentati, la mia ingenuità scomparsa, e loro, si erano due, le voci saprei riconoscerle, poche le parole che dicevano, ma quelle voci non le scorderò mai, loro ci costringevano a mangiare e l’acqua ce la buttavano giù a spregio, ci tappavano il naso e ci facevano bere.Avevo perso la cognizione del tempo, avevo perso l’orientamento, mi aggrappavo a quei due miseri pasti solo per riuscire a capire, ma ad oggi non saprei se avevo invertito, nella mia mente, il pranzo con la cena. Ero sola due volte, il ragazzo che era con me, con il rumore delle sue lacrime, mi uccideva, mi tirava per la strada sbagliata, mi invogliava alla resa, ma io non volevo arrendemi, sapevo che prima o poi sarebbe finito tutto, certo lo sconforto che a volte mi prendeva era tanto”…

Questa è la lettera di una bambina, oggi donna, abusata da questi pedo-criminali.

Allora mi chiedo… ma siete davvero convinte, voi donne, voi femmine, voi femministe, di essere così tanto meglio di noi uomini? La mia risposta è no. Voi donne siete macchine emotive e quando la vostra emotività soffre, i vostri comportamenti sono indegni. Il vostro cervello, la vostra psiche è molto debole. Basta vedere le depressioni post parto che risultano in infanticidi, basta vedere i numerosi crimini commessi dalle donne ai danni dei propri figli. Basta tenere d’occhio la cronaca per qualche giorno… ne succedono spesso.
La donna dovrebbe essere sinonimo d’amore, amore significa “dare” ed invece, tanto quanto noi uomini, se non peggio, il vostro egoismo può arrivare a livelli incredibilmente paurosi, anche nei confronti dei vostri stessi figli. La madre dei miei figli, accecata dalla gelosia del rapporto che stavo costruendo con i miei bambini ed accecata dalla paura di perderli vendendoli così attaccati a me, preferendo me a lei (dopo la separazione), è arrivata a fare di tutto di più, incurante delle conseguenze che sarebbero ricadute sulle teste dei suoi bambini. Il cuore vi gioca brutti scherzi, tanto quanto le nostre palle giocano brutti scherzi a noi uomini. Chi è meglio? Io non lo so ma di sicuro so che voi donne siete capaci di una perfidia che a noi uomini non appartiene. Il potere da alla testa a noi quanto a voi e questo è dimostrato dalle vostre azioni da quando iniziate la vostra guerra legale. Il potere vi da alla testa e vi fa perdere di vista il buon senso.

Voi femministe volete un mondo di donne e di maschi sottomessi e disponibili per il sesso e per la riproduzione. Ok…

Io sono un uomo e lo sono anche a letto. Ho parlato con le donne. Ho voluto capire, perchè volevo essere il meglio. So di essere stato il miglior amante per molte fra le donne che ho avuto. Le ho fatte parlare, dovevo sapere cosa avevano nella testa. Il miglior modo per vendere un prodotto è quello di sapere il suo valore agli occhi del potenziale cliente. Noi ci vendiamo in continuazione, ogni giorni anche e specialmente fra uomini e donne. Cosa vogliono le donne? La risposta che loro ti danno è “voglio amare ed essere amata”. La realtà è che vogliono amare e per poterlo fare vogliono vedere nell’uomo certe caratteristiche senza le quali, non riscono ad amarlo. Le donne vogliono essere curate, vogliono appartenere, vogliono rispettare il loro uomo, lo vogliono temere, vogliono sentire che si possono affidare a lui e vogliono essere chiavate, scopate, dominate. Alla domanda “quanto è importante il sesso per te” loro rispondono “molto, per poter amare un uomo”.
Per noi il sesso è un’esigenza per loro è un mezzo, un tramite. Per noi uomini il sesso è sfogo, è presa di coscienza del nostro potenziale, è uno strumento di dominio. Per la donna il sesso è un tramite, un mezzo per capire e per accedere al loro cuore.

La donna sceglie sulla base di un indole (che non chiamo istinto perché l’istinto è una cosa che non appartiene all’uomo ma solo agli animali) naturale che è infallibile. Cosa c’è di meglio di una donna innamorata? Cosa c’è di meglio di una donna serena e sorridente?

Credo fermamente che un uomo che non riesce a mantenere la propria donna innamorata non sia da considerarsi un uomo. Lo stesso vale per l’uomo che non riesce a farsi rispettare dalla propria donna. La donna per rispettarti deve anche temerti. Non affidatevi troppo a discorsi come “io ti rispetto per quello che sei e per la considerazione che ho di te”. Questo è vero all’inizio ma poi sopraggiungono altri fattori come la noia o l’abitudine, cose che giocano negativamente sull’emotività della donna. Una donna emotivamente insoddisfatta è una donna allo sbando. Qui diventa importante la paura che la femmina ha di te. Se non ha paura, sgarra. Se non ha paura, si fa la scappatella. Non è perchè è una troia. Lo fa perche ha bisogno di nuove emozioni, come le chiamano loro. “Sto cazzo. Tu sappi che se ti scopro ti rovino la vita”. Questo è sufficente a tenerle sempre bene in mente che tu non sei un coglione e questo basta per tenere sempre alta la considerazione che hanno di te e, di conseguenza, il loro rispetto.

La donna è un animale tanto quanto lo è l’uomo. Una donna innamorata e serena è una delle cose più belle nella vita di un uomo. Ma la donna può anche essere l’incubo peggiore nella nostra vita quindi, uomini… HANDLE WITH CARE – MANEGGIARE CON CURA!
Si, quello che ci accade nella nostra vita, cari uomini, è quasi sempre il risultato delle nostre azioni. Vale lo stesso con le donne. Le donne sono esseri che vivono di conseguenza all’uomo quindi, occhio. Si, cazzo, la donna è la conseguenza di noi uomini. La donna E’ il sesso debole. Sapete quali sono le persone da cui dobbiamo saper stare alla larga? Dagli stupidi, dagli ignoranti e da i deboli. Tutti gli appartenenti a queste categorie hanno una cosa in comune: sono in grado di causare grossi danni e, alla fine, non ha senso incazzarsi con nessuno di loro in quanto stupidi, ignoranti o deboli.
I giudici non appartengono a nessuna di queste categorie. Hanno un cervello, sono istruiti e preparati, e sono forti in quanto hanno il potere.

I giudici sono gli unici che andrebbero incriminati. Sono loro che permettono che i pedo-criminali esistano, sono loro che permettono alla macchina infernale di esistere e sono loro il vero motore di tutto questo schifo nazi-femminista che abusa dei nostri figli. Sono loro a dover essere puniti, prima di tutti. Gli stati non puniscono i giudici. Ma vi siete mai chiesti il perché? Io me lo sono chiesto e la mia risposta è la seguente: credo proprio che i giudici siano i veri intoccabili. Nemmeno Berlusconi ce l’ha fatta contro di loro. Non appena ha provato ad attaccarli, si sono mossi i governi di tutto il mondo e, con attacchi mediatici hanno frantumato il caro Silvio. Il Berlusca non sarebbe mai uscito di scena se non avesse rotto i coglioni agli altri poteri. Gli alti poteri usano i giudici perchè i giudici sono la legge. Le leggi non sono la legge. Le leggi sono uno strumento di marketing e di controllo delle masse. La gente vuole una legge? Ok, diamogliela, ma diamo anche il potere ai giudici di non applicarla. Il gioco è fatto. Come è possibile che un giudice, un impiagato dello stato, non debba applicare la legge nelle aule di tribunale? Semplice, perché i giudici non sono impiegati statali ma, bensì, impiegati di roba molto più in alto. Quella roba molto più in alto che ha potere sui leaders mondiali come Berlusconi. Ci sono delle regole da rispettare, lassù agli alti piani, che se non rispetti ti fanno fuori. Vedi Thomas Sankara – http://it.wikipedia.org/wiki/Thomas_Sankara

Troppi uomini non sanno troppe cose su come funzionano le donne e questo ha delle conseguenze anche molto deleterie nella vita di tutti noi, nella vita di oggi in questo mondo tropp ocomplesso dai meccanismi troppo delicati e dagli equilibri troppo fragili. Abbiamo costruito qualcosa più grosso di noi di cui stiamo perdendo il controllo. Abbiamo puntato troppo in alto, incuranti o inconsapevoli delle possibili conseguenze negative.

Vediamo quello che succede nei tribunali… donne che arrivano ad usare i propri figli come arma di vendetta verso i loro ex-mariti o ex-compagni. Cosa c’è di peggio dell’usare dei bambini come STRUMENTO, come ARMA? Io credo che sia una delle cose peggiori al mondo in assoluto. Le donne, le mamme, nel pieno della loro rabbia ed odio non hanno limiti. Noi uomini, padri, non arriveremmo mai ad usare i nostri figli contro le loro madri, per scopi nostri personali. Questa è una cosa che accomuna tutti noi uomini e padri sani.

Ho detto prima che per me l’uomo è uno schifo, il maschio è uno schifo ma tanto schifosa sa essere la donna. Non c’è uno meglio dell’altro. Siamo entrambi eccezionali ma schifosi allo stesso tempo perché entrambi abbiamo sia qualità che difetti.

Un mondo che non è in grado di proteggere i bambini è un mondo destinato a fallire. Donne, vi credete meglio di noi e più forti di noi uomini… perché allora finite per emularci? Per vendetta? Bene, questo non fa di voi qualcosa meglio di noi.

Donne, femmine, quelle vere… ribellatevi. So che siete una minoranza ma attenzione… il mondo che vogliono queste femministe è un mondo che vi porterà alla sofferenza più atroce. La sofferenza conseguenza della mancata realizzazione di voi stesse. L’uomo, quella cosa che le femministe chiamano “dildo camminante” sono quelle che vi rovineranno la vita.

La soluzione vera è una sola. Imparate ad usare quella “cosina” che avete fra le gambe a fini costruttivi. Il vostro potere sta lì. Quella è una cosa che noi uomini adoriamo. Imparate a darcela se ce la meritiamo. Imparate a fare mea-culpa se l’uomo vi usa o non vi corrisponde come voi vi aspettate. E se non ci riuscite, allora accettatene le conseguenze. L’unico modo per sistemare le cose fra di noi è quella cosa che si chiama “educazione”. Educare i nostri figli maschi alla protezione ed al rispetto. Insegniamo loro a rispettare le cose a loro essenziali, le risorse naturali a loro disposizione, che queste cosa si chiamino alberi, foreste, mari o donne. Insegniamo alle nostre figlie a riconoscere l’uomo vero dal l’uomo abusatore. Insegniamo alle nostre bambine che l’uomo ti mette sul piedistallo perché vuole guardarti sotto la gonna, insegnano loro a SCEGLIERE e ad amare chi si merita di essere amato, se per amare si intende prendersi cura o dare. Non lasciamo che i nostri figli crescano da soli perché questo porterà solo distruzione.

Se l’uomo e la donna non impareranno a convivere, a collaborare, ad aiutarsi a vicenda, il mondo finirà. Ci preoccupiamo dell’agricoltura biologica, delle energie alternative, del come vengono uccisi gli animali per alimentari o per abbigliamento mentre trascuriamo la base di tutto: il rapporto fra uomo e donna.
Siamo la chiave del pianeta. Siamo la chiave del successo e della prosperità e se non capiamo questo, allora questa chiave risulterà essere la chiave della rovina di tutto.

Non preoccupiamoci del calendario dei Maya. Il mondo è nelle nostre mani!

Il business dei bambini affidati è un business di milioni di euro all’anno ma il business dell’educazione può essere uno dai ritorni molto superiori sia in termini economici immediati ma anche sotto il profilo del ritorno a lunga distanza.

Donne, non siete meglio di noi. Quello che state facendo è di gran lunga peggio di quello che siamo stati noi. Ridurre il maschio ad un portafogli o ad un dildo camminante è il peggior spregio che possiate mai fare a voi stesse.

Spero che chi davvero comanda in questo mondo, un giorno si alzi e dica “ora basta!”

Dobbiamo ripristinare gli equilibri persi, dobbiamo risanare prima che sia troppo tardi.

Questo mondo ha bisogno di cura e di buon senso. L’egoismo, l’arrivismo e l’avidità ci stanno portando al baratro. Cura, responsabilità e buon senso sono le parole chiave per un risanamento e per la speranza in una nuova prosperità. Chi riuscirà ad usare questi valori per metter in atto un vero cambiamento avrà il diritto di ritenersi migliore degli altri. Non importa che tu sia uomo o donna, quello che importa è che tu riesca ad agire inseguendo un solo obiettivo: risanare i rapporti fra uomini e donne e far si che questo rapporto si mantenga nel tempo.

Il potere giudiziale è oggi nelle mani delle donne. Siete voi a doverci dimostrare che volete risanare. Se non lo fate, dovremmo agire da soli, ribellandosi, rivoltandosi.

Annunci

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: