Rivoluzione Salva Famiglia

… contro il sistema criminale statale

Archivi Categorie: Chat e discussioni in Facebook

La giustizia dei figli

in Facebook…

“I figli crescono e sono loro,solo loro che un giorno ci ridaranno giustizia,la cosa importante è che a mio modesto parere dobbiamo dare loro una qualità del nostro poco tempo a disposizione che gli faccia capire che noi non siamo il male ma solo padri innamorati,i figli non sono stupidi e chi dei due genitori ha seminato male un giorno pagheranno caro la loro stupidità”

 

Magari ci sarà giustizia per te,  certo. Ma di loro cosa mi dici? Della giustizia per i tuoi figli cosa mi dici?

Loro saranno cresciuti con un padre DisneyLand, un padre per i GIOCHI mentre chi ha veramente cresciuto i tuoi figli è lo Stato con asili e scule. I tuoi figli diventeranno grandi con un cervello AMMALGAMATO alla massa perchè gli è stato insegnato a far parte di un branco (compagni di scuola o altro) e non gli è stato insegnato ad essere INDIIDUI pensanti. Ecco qua il motivo per cui ci seprano dai nostri figli Luciano. Il fatto che da grandi capiranno, non mi consola affatto, se guardo al MALE che gli è stato fato a loro. Io ho tutto il materiale che mi serve per fargli capire chi era la loro madre e da cosa gli ha separati, ma questo non mi fa sentire meglio per niente.


Resta il fatto che tu, per quanto buono possa essere il tempo che passi con loro, non sarai MAI stato il padre che LORO avevano diritto ad avere, il padre che LORO avevano bisogno. 

Poi, ognuno si consola e si lecca le ferite a modo suo e capisco benissimo il tuo punto di vita perchè è lo stesso di molti, troppi padri che alla fine si sono abbassati alla giustizia CRIMINALE ed hanno accettato le briciole. Io non accetto e mi son chiamato fuori. Questione di rispetto per me stesso e per i miei figli. Te lo dico sinceramente… se avessi accettato le imposizione dei criminali (giudice e tutto il sistema che ha sentenziato i miei fili a vedermi 2 giorni alla settimana) ed un giorno i miei figli mi avessero sputato in faccia, avrebbero avuto ragione a farlo. 

Combattere per i diritti dei nostri figli significa anche non farsi ridurre a genitori di secondo livello.

La puoi mettere come vuoi ma ai tuoi figli è stato TOLTO il diritto di avere un padre. Quello che hanno fatto è un’azione CRIMINALE e tutti quelli che, come te, EGOISTICAMENTE si consolano nel “tanto da grandi capiranno e ci daranno giustizia” non fanno altro che abbassare la testa di fronte a dei CRIMINALI A NORMA DI LEGGE. Questo è quello che fate, IN MOLTI, IN TROPPI ed è anche per questo IL MALE (lo Stato, gli STATI OCCIDENTALI) continua nella sua opera di DISTRUZIONE e di ABUSO SU MINORI.

Un'altro esempio di violenza al femminile

 

Angela ha condiviso la foto di la Repubblica.

  • Non ho altro da aggiungere….
    Femminicidio, Don Corsi non si pente http://bit.ly/Uv1hgY
    • Gabriele Cripezzi Fatevi lavare il cervello dai mass-media. Poveretti. Il Michele Serra è un servo del sistema femminista distruggi famiglia, distruggi società. E tutti ancora ci cadono. Quest’articolo è merda femminista che vi sta rovinando la vita. Vi hanno convinto che l’uomo vede la donna come una serva ed una puttana e così mette le donne contro gli uomini. Poveri coglioni, tutti.
    • Gabriele Cripezzi Cara Angela… non ci cadere anche te in queste trappole femministe del cazzo. Non leggete giornali, non guardate la TV. Hanno rovinato il mondo.
    • Angela M.  Credo tu mi sottovaluti…io credo solo in me stessa e non ci sara’ nessuno che mi possa dire cosa pensare o fare…che sia uomo o donna non fa differenza…sono solo contro ogni forna di violenza: sia verbale , fisica, o psicologica.. qualunque tipo di violenza….e se un prete in qualche modo istiga o da’ ragione a chi la violenza usa….mi sento in diritto di dissentire anche usando parole di altri…..
    • Gabriele Cripezzi Il problema è che tu pensi che quel prete abbia fatto violenza perchè i mass-media te lo hanno fatto credere, con articoli come questo
    • Gabriele Cripezzi E comunque, dimmi… se tu fossi con il tuo uomo in auto, di notte… i tuoi figli a bordo… una macchina vi costringe ad acostare. Ci sono due uomini che cercano di violentarti… il tuo uomo ha una mazza da baseball sotto il sedile… cosa speri che faccia? Speri che la usi e ti protegga oppure che chiami la polizia mentre ti stuprano davanti agli occhi dei tuoi figli?
    • Titti Lognoli Grande Angela, concordo pienamente con te! basta con queste ipocrisie!certi uomini, chiamiamoli così, si nascondono vigliaccamente dietro il fatto che vengono istigati solo per cercare di giustificare la loro natura bestiale…. e chi li difende è della stessa infame razza!
    • Gabriele Cripezzi Povera Titti
    • Titti Lognoli ma povero te!!!!!
    • Gabriele Cripezzi Devi aver sofferto parecchio per colpa di un qualche piccolo uomo, appartenente alla stragrande minoranza, che ti ha trattato male.
    • Titti Lognoli mi sa che quello che ha sofferto parecchio e non poco nella vita sei te!!! fai proprio pena
    • Titti Lognoli forse un bravo psichiatra ti potrebbe salvare… ma penso sia troppo tardi
    • Gabriele Cripezzi Se non sei stata violentata, allora perché parli così degli uomini? Forse perchè appartieni alla categoria dei lavati di cervello, vittime dei messaggi misandrici perpetrati sui popoli da parte del sistema femminista che ha distrutto il mondo occidentale?
    • Gabriele Cripezzi E perchè offendi?
    • Titti Lognoli oppure sei stato violentato te!
    • Gabriele Cripezzi Vedi Angela… un altro esempio di violenza al femminile.
    • Gabriele Cripezzi Associato ad un bassissimo livello di QI.
    • Titti Lognoli mi sa proprio di si…. non ti preoccupare angelina… poverino, non sa quello che dice…. ha la bocca ma non è collegata con il cervello
    • Titti Lognoli il suo qi è pieno di segatura….
    • Titti Lognoli neanche sa di ciò che parla
    • Gabriele Cripezzi Guarda, credimi… non ci fai bella figura agli occhi dell’Angela. Credimi
    • Titti Lognoli poveretto… ci vuole pazienza
    • Gabriele Cripezzi Sei una violenta, cara Titti.
    • Titti Lognoli non ho bisogno di fare bella figura
    • Gabriele Cripezzi Sei il perfetto esempio di violenza al femminile.
    • Titti Lognoli pensa alla tua che è meglio
    • Gabriele Cripezzi Buon Anno!
    • Titti Lognoli ti auguro di farti cuRARE
    • Titti Lognoli IL PERFETTO ESEMPIO DI STUPIDITA’ MASCHILE
    • Titti Lognoli mai riso tanto in vita mia… che gente c’è ancora al mondo…. ahahah

Risultati del lavaggio di cervello sulle donne – discussione in Facebook

Questa è una conversazione tenutasi con una (ex)amica Claudia Caporgno in Facebook, sotto una fotografia pubblicata sulla sua bacheca. Questa conversazione mostra chiaramente gli effetti del lavaggio di cervello perpetrato dai mass-media sulle donne (e non solo).

L’articolo

ERA IN UN LAGO DI SANGUE: stuprata con selvaggia violenza, numerosi interventi, ha solo 20 anni. Era fuori da una discoteca di Pizzoli, in provincia dell’Aquila, per una festa…

“La giovane, che partecipava ad una festa con una ottantina di persone, è stata trovata fuori dal locale dopo le 3,30 in un lago di sangue.”
“Se non mi fossi accorto della giovane svenuta a terra, probabilmente sarebbe morta per il freddo. L’ho trovata mentre stavo chiudendo il locale in un lago di sangue nel parcheggio fuori la discoteca, ho avvertito immediatamente il personale del 118 ed i carabinieri della stazione di Pizzoli”. La testimonianza è di Luigi Marronaro, titolare della discoteca “Guernica”, nel Comune di Pizzoli (L’Aquila), all’esterno della quale, intorno alle 3.30 di stamane è stata stuprata una ventenne di Tivoli (Roma) ma domiciliata nella frazione aquilana di Coppito.
La giovane con un’amica avrebbe conosciuto tre ragazzi, a quanto pare dell’Aquila e militari dell’Esercito nella discoteca in cui si stava svolgendo una festa organizzata. A fermare uno dei presunti aggressori è stato lo stesso titolare della discoteca che lo ha fatto bloccare all’esterno del locale dagli uomini della sicurezza, per affidarlo ai carabinieri. Il giovane avrebbe negato lo stupro, parlando ai Carabinieri di un rapporto sessuale consenziente. Nei suoi confronti non sono stati finora adottati provvedimenti. La sua versione, si apprende negli ambienti investigativi, dovrà essere confrontata con quanto dice la vittima che non è stata interrogata perchè in evidente stato di choc.
“E’ un fatto sconvolgente, atroce – ha affermato il sindaco di Pizzoli, Angela D’Andrea -. Mi auguro che il responsabile o i responsabili di questo crimine vengano individuati al più presto”.
La giovane stuprata, si è appreso da ambienti medici, ha perso molto sangue; numerosi gli interventi per suturare le ferite che le sono state provocate con la violenza.
http://www.rainews24.it/it/news.php?newsid=161588

La conversazione

    • Gabriele Cripezzi non credete a queste campagne diffamatorie

    • Claudia Caporgno a quale campagna…è inerente alla ragazza che è stata stuprata e lasciata sanguinante in mezzo alla neve

    • Gaetano Zucca tutte le occasioni sono buone. Per diffondere misandria

    • Claudia Caporgno essi anche la cronaca giornalistica e televisiva ne è complice vero…ma piantala, non facciamo di tutta l’erba un fascio….di bastardi/e ne esistono e vanno puniti/E

    • Gabriele Cripezzi Esatto Gaetano. Qquel manifesto insieme allegato all’articolo fa pensare ad un altro attacco all’uomo.

    • Gaetano Zucca la cronaca è una cosa, la propaganda un’altra. Questa è propaganda feminazi

    • Gabriele Cripezzi Claudia SI, i mass-media sono controllati e da nazi-femministe.

    • Claudia Caporgno il manifesto…stà ad indicare che una violenza sessuale non è solo fisica…purtroppo và ben oltre

    • Gabriele Cripezzi Io a questi articoli di cronaca non credo più. Non dico che non sia vera la notizia. DIco solo che prima di crederci devo avere le prove

    • Gaetano Zucca no, solo tu hai pensato ad un fatto di cronaca particolare. Chi vede pensa ad una donna qualsiasi ….

    • Gabriele Cripezzi No Claudia. Il manifesto è UN MANIFESTO come tanti usati dalle campagne nazi-fem con scopo diffamatorio verso l’uomo (maschio) e FORMATIVO verso il popolo.

    • Claudia Caporgno ma che cazzo centra con il femminismo….maddai…ma se noi ci fossimo trovati nostra figlia in quello stato…cosa gli avremmo detto…l’avremmo colpevolizzata….non penso

    • Claudia Caporgno e se io sapessi che mio figlio un giorno colpevole di certe cose…sarei la prima a portarlo alle forze dell’ordine

    • Claudia Caporgno ma cosa mi frega del link….no alla VIOLENZA!!!!!

    • Gaetano Zucca rende l’idea

    • Gaetano Zucca Strategia mediatica (nazi)femminista:
      Dipingere tutti gli uomini come carnefici e tutte le donne come vittime. Per mettere sotto processo gli uomini e privarli dei loro diritti fondamentali.

    • Claudia Caporgno in questo caso sei tu che ti sei fermato ad un immagine…ma evidentemente non ti ha reso l’idea…che se la ragazza fosse stata nostra figlia????? oppure uno dei militari nostro figlio????? era ancora propaganda….maddai ma un pò di dignità

    • Claudia Caporgno non rende un bel niente l’idea…

    • Gabriele Cripezzi Claudia apri gli occhi. Non si tratta di non colpevolizzare la violenza sulle donne ma di dipingere l’uomo come il violento che non è.

    • Gaetano Zucca ma se al posto della ragazza ci fosse un ragazzo… l’immagine non fa pensare a questa eventualità

    • Gabriele Cripezzi Claudia non stiamo ammettendo la violenza sulla donna. Rileggi con calma

    • Gaetano Zucca cmq inutile stare a parlarne con te. Non serve.

    • Gabriele Cripezzi Invece serve perchè devono capire. Le stanno ingannando e dobbiamo aiutarle ad aprire gli occhi.

    • Claudia Caporgno è l’ARTICOLO….INTANTO RISPONDIMI…SE ERA NOSTRA FIGLIA?

    • Gabriele Cripezzi Se era mia figlia quelli morivano. Su questo non si discute. Il punto che TU NON VUOI CAPIRE è che PROPABILMENTE QUELLE NOTIZIE NON SONO VERE!

    • Claudia Caporgno devo capire cosa che siete una massa di ipocriti che per voi và bene venissi violentata….tanto la giustificherete come propaganda

    • Gabriele Cripezzi Se tu dici queste cose sei una calunniatrice. E se continui dai proprio l’idea di non capire una mazza.

    • Gabriele Cripezzi Esci da codesto baratro e LEGGI

    • Claudia Caporgno siete dei maschilisti a favore della violenza….e vi celate dietro la facciata dei buoni padri….i buoni padri sono di gran lunga diversi

    • Gabriele Cripezzi non accusare in codesto modo. Mi aspetto delel scuse

    • Claudia Caporgno ma fatti furbo….

    • Gabriele Cripezzi Ok abbastanza

Nicoletta Colasuonno

    • Ciao Nicoletta!
      Sto leggendo la conversazione sulla pagina di Adornato. Non sono ancora arrivato alla fine della conversazione ma ti volevo fare i miei complimenti per il coraggio dimostrato nell’andare contro corrente.

      Io sono il fondatore di questo movimento:http://rivoluzione-salva-famiglia.org/

      Sono da mesi coinvolto nel problema in prima persona. Critico e parlo nel gruppi in modo modo duro e poco acconsensiente. Una tecnica per filtrare i giusti dagli smidollati per poi creare un movimento autonomo in grado di affrontare il problema lla radice e per agire contro il sistema.

      Dopo ti scriverò altro.CIao

  • Gabriele Cripezzi

    mercoledì

    Gabriele Cripezzi

    • Non mi chiamo Francesco

  • Nicoletta Colasuonno

    • grazie x i tuoi complimenti..ma sn una persona diretta nn divendo se n sò la verotà .ok sei francesco..il resto??

  • Gabriele Cripezzi

    mercoledì

    Gabriele Cripezzi

    • Scusa ma mi stai a prende per il c? Mi chiamo GABRIELE non francesco. 

    • Non ho solo fatto un copia ed incolla. Ho anche scritto altro. Scorri queste email in alto e vedi l’altro che ti ho scritto stamattina

  • Nicoletta Colasuonno

    • ok vedo tutto ho scusami ho avuto una giornata piena e nn mi sn connessa x niente sn stanca e frastornatata x tutti i problemi avuti questo oggi..

    • gabriele diventiamo amici e andiamo assieme a questo percorso..

  • Gabriele Cripezzi

    mercoledì

    Gabriele Cripezzi

    • Bene.

  • Gabriele Cripezzi

    13 ore fa

    Gabriele Cripezzi

    • Ciao Nicoletta. Non dovevamo fare qualcosa insieme?

  • Nicoletta Colasuonno

    58 minuti fa

    Nicoletta Colasuonno

    • ciao gabriele, ma dimmi tu cosa?? ho visto la tua bakeka nn parla di niente..ok..buona giornata..

  • Gabriele Cripezzi

    55 minuti fa

    Gabriele Cripezzi

    • tu non sei a posto di testa

  • Nicoletta Colasuonno

    51 minuti fa

    Nicoletta Colasuonno

    • ma xkè dici questo??

    • ho capito ke sei daccordo con me ke di un caso bisogna essere sicuri prima di difendere..infatti mi imformo su tutto di quelli ke io sostengo..mi proponi cosa bobbiamo fare??

    • letto la tua pagina nn faccio politica..

      NOTA: (d’accordo si scrive con l’apostrofo dopo la D) 


  • Gabriele Cripezzi

    35 minuti fa

    Gabriele Cripezzi

    • Io faccio politica?

      ti ripeto… tu non ci sei di caveza

      Rileggiti tutte le nostre email e poi dimme se non ho ragione a pensarla così

  • Nicoletta Colasuonno

    26 minuti fa

    Nicoletta Colasuonno

    • letto e riletto..parlo se una cosa nn è giusta..x quanto riguarda la politica tu ci credi io no!! vanno solo a riepirsi le loro taske nn le nostre e in cerca di poltrone sn stanca di questa politica di m…x i genitori separati ed altro nn sn daccordo quasi su nulla ..come mai a me nn hanno mai sottrato i figli pure avendo avuto problemi economici..anzi mi hanno aiutata di sotto c’è sempre un qual cosa ke nn dicono..e ne conosco centinaia di gente così e figli mai tolto..ke stà sotto..x i separati sempre e solo soldi..nn ci si riesce a mantenersi da soli riccorrono hi mariti..io ancora oggi felicemente sposata nn mi faccio mantenere da mio marito,lavoro e vado avanti con i miei soldi…adesso pesa quello ke vuoi ok…

  • Gabriele Cripezzi

    20 minuti fa

    Gabriele Cripezzi

    • MA DOVE HAI LETTO CHE IO FACCIO POLITICA???????

      Tu sei fuori come un terrazzo Nicoletta!!! Nemmeno a dirtele le cose capisci! IO DELLA POLITICA ME NE SBATTO E ME LO HANNO CHIESTO IN CENTOMILA DI ENTRARCI DENTRO MI SONO SEMPRE CHIAMATO FUORI!

      Boh

  • Nicoletta Colasuonno

    16 minuti fa

    Nicoletta Colasuonno

    • gabriele nn ho visto il punto interrogativo.. (erano 7 i punti interrogativi 🙂 ) cmq tu sei fuori testa peggio di me..poco rilassante leggerti all’inizio giornata..meglio così kè nn fai politica..xkè io sn uscita da gruppi ke volevano indurmi alla politica..poi e fb ha rotto da dietro un monitor volete cambiare il mondo..ahahahahah

  • Gabriele Cripezzi

    13 minuti fa

    Gabriele Cripezzi

    • da dietro un monitor?

    • senti buona giornata ok? Vai con Dios!

    • spari conclusioni senza sapere nulla delle persone con cui parli. Fatti curare dammi retta.

    • non vedi i punti interrogativi? Tu non vedi molto di più cara mia. 

  • Gabriele Cripezzi

    10 minuti fa

    Gabriele Cripezzi

    • ce n’erano 300 di punti interrogativi  ma roba da matti

  • Nicoletta Colasuonno

    10 minuti fa

    Nicoletta Colasuonno

    • certoooo!! solo tutto virtuale e cazzate nn cambia mai niente di tutte le cazzate ke si scrivono..passiamo hai fatti scendendo in piazza..datti una regolata gabriele stai sotto di brutto…con la tua pagina tu e tutti i gruppi cosa cercate??? ma va…

  • Gabriele Cripezzi
    pochi secondi fà

    Gabriele Cripezzi

  • Questa è roba virtuale secondo te?http://rivoluzione-salva-famiglia.org/il-piano/Come le trovi le persone per fare certe cose? Spargendo volantini?
      • noo!! ma neanke sul webb..ti fai un pò di pubblicità e basta..la rfealtà e ben altro caro, vedo ke cmq le cose nn cambiano nn certo stanno a leggere a noi i politici ed altri..x i separati solo i bastardi degli avvocati possono fare qual cosa assieme hai loro amici giudidici..maffia nn finire..

    • Gabriele Cripezzi

      25 secondi fa

      Gabriele Cripezzi

      • ti fai un po di pubblicità? Il web… webb… non è il posto giusto per trovare gente?

        Ma dove vivi?

        No problem… vai pure a manifestare in piazza con Bobba & C. 

     

    • gabriele ed io cosa ti ho detto?? ke solo gli avvocati possono aiutare te ed altri come te…pubblicità nel senso ke si spera ke arrivi a loro qual cosa…mi stai attaccando di brutto andrò via da fb nn ne posso più di stupidaggine..il tempo e denaro…le parole le porta via il vento..ciaooo..

  • Gabriele Cripezzi

    30 minuti fa

    Gabriele Cripezzi

    • e tu credi che gli avvocati hanno bisogno della tua pubblicità per conoscere il sistema?

Commenti a conversazione su pagina FB di Fabrizio Adornato

https://www.facebook.com/pages/Non-Lasciamo-Morire-Fabrizio-Adornato/112921685443564

In questa conversazione, sotto il video dell’intervento di Fabrizio Adornato su Rai Uno, ci sono state risposte al commento di qualcuno che si spaccia per la figlia Giada di 12 anni. Gli interventi ed il modo di dibattere non possono appartenere  ad una bambina di 12 anni. Non c’è la matematica sicurezza che non sia lei ma, mi meravigli come nessuno abbia invitato la figlia a PROVARE che sia davvero lei. Un modo c’è e lo scrivo alla fine di questa pagina.

—————————————-

Giada Adornato sono la figlia di Fabrizio. prima di dare tutta la ragione a lui perchè non sentite anche l’altra campana?? la verità non è quella che dice lui… mia mamma non gli ha mia impedito di vedermi è un bugiardo e se non fosse andato a roma io avrei continuato ad andare con lui… e cmq anche se ritornasse a genova adesso non lo vorrei neanche vederlo con quello che mi ha fatto.sono anni che racconta bugie a tutti, è capace solo a fare la vittima!!

Una bambina di 12 anni che già in grado di prendere delle posizioni così drastiche CONTRO IL PADRE? Mmmmm!

Antonella Flati Cinquemila Cara Giada ti scrivo da figlia non da donna ne da madre, nessuno di noi accusa tua mamma di nulla non la conosciamo e mai ci potremmo permettere ciò. Anch io sono figlia di genitori separati come te, e ho sofferto immensamente per il vuoto che mio padre ha lasciato nella mia vita, non potevo comprenderlo quando ero ancora adolescente ma lo comprendo oggi dopo anni di lacrime. Noi figli siamo i peggiori giudici pronti a mettere i nostri genitori sul banco degli imputati ed è questo il nostro grande errore. Una madre un padre vanno amati non giudicati e mai noi figli dovremme entrare nelle loro discussioni ma restarne preservati. Io conosco il tuo papà e ti posso assicurare che nutre per te un profondo amore, forse ha un carattere diverso dal tuo e mostra il suo amore in un modo diverso da quello che tu t aspetteresti, ma ti assicuro che è sincero. Non crescere con rabbia Giada non commettere questo errore perche te lo trascinerai dietro negli anni, cresci con amore e cercalo sempre nel tuo cuore anche nei momenti piu bui e difficili e se puoi trasforma la tua rabbia in affetto e le tue lacrime in sorrisi. Ti abbraccio forte anche se non ti conosco comprendo quello che hai dentro.

In Antonella leggo la sofferenza di una figlia che ancora oggi si porta dentro il dolore. In Antonella leggo il nobile desiderio di aiutare un’altra bambina al fine di evitargli sofferenze come quelle che ha vissuto lei.
Tutto comprensibile ma sbaglia quando dice “cerca l’amore dentro di te e cerca di trasformare le lacrime in sorrisi”. Messaggio molto mistico che non può avere fondamento in quanto ci si aspetta che un bambino provi amore fino al punto di perdonare. I bambini sono gli esseri più egoistici della terra, a ragione. Per questo, prima di perdonare è naturale che ci si senta feriti ed incazzati. La maturità insegna a perdonare, non la sofferenza. Le lacrime ci sono e ci saranno ed alla fine, LA VERITA’ è l’unica cosa che riuscirà a farle prendere decisioni (una volta adulta) per mettere pace nel suo cuore e nella sua testa. Una decisione dovrà prenderla e NOI, adulti, dobbiamo aiutarla. Una decisione che può venire SOLO sopo aver saputo la verità.

Giada Adornato la mia sofferenza non è tanto perchè i miei genitori sono separati, ero molto piccola. la mia soffernza è per cio’ che mio padre (anche se non è degno di essere chiamato cosi’) fa e dice.è lui che ha voluto tutto questo.

Ancora una volta… troppo sicura.

Attenzione a questa parte…

Questo è molto strano. Ha paura che i suoi amici sappiano i fatti suoi? l’Antonella le ha chiesto di parlare in PRIVATO ed una risposta così non ha senso. Una risposta molto ma molto strana che per me significa una sola cosa: “non m’interessa di scrivere in pvt perché io sono qui per sputtanare e parlar male di Fabrizio Adornato”. Il che spiegherebbe ancora una volta che dietro quel nome (Giada) si nasconde invece qualcun’altro. Molto probabilmente la madre, ma forse un parente di lei.

—————————

Paolo Cabiddu Nessuno ha mai vietato all’altra “campana” di farsi sentire […]  Tuo padre ha rischiato la vita due volte da quando è arrivato a Roma, davanti al Quirinale, a noi cittadini Italiani chi ci dice che la menzogna nn sia da parte di tua mamma?…

Esatto. Dov’è sua madre? Perchè non parla? Io non so tutto della sua vicenda ma prendo per buono quello che scrive Paolo. Perchè l’altra cmpana non si fa sentire? Io ho invitato moltissime volte la madre dei miei figli ad un confronto. Si è sempre rifiutata perchè sa di essere dalla parte del trorto.

“…..io conosco bene tuo padre, e come dice Antonella, ti ama e tutto questo lo ha fatto prevalentemente x te, dovresti essere orgogliosa ed amare tuo padre…”

Non concordo.  Non metto in discussione che quello che ha fatto è stato veramente per la figlia, anzi sono portato a crederlo ma qui il punto è un altro: aiutare la figlia (sempre che sia lei) a capire quello che sta succedendo OPPURE discutere con l’individuo che si cela dietro false spoglie al fine di incastrarlo nelle sua menzogne. Questo non è succeso e solo perchè nella conversazione sono entrati molti individui che, come è normale che avvenga, alla fine hanno distratto da quello che secondo me era il vero scopo. In pratica, ci siamo PERSI UN’OCCASIONE D’ORO per sentire l’altra campana. Io proverò a contattare questa persona proponendogli un confornto.

“..cmq Giada, se pensi veramente che sia bugiardo, puoi sempre dire a tua mamma di fornire le prove delle sue menzogne”

Eccoci qua! Questo è quello che dobbiamo raggiungere. IL CONFRONTO!

“…..se tu sei al mondo è anche x lui…nn solo x tua mamma, ma penso che questo lo saprai già quindi merita di starti accanto, amarti ed educarti proprio come fà tua mamma !!!”

Questa è una delle più grosse cazzate che si possa sentire. Un genitore che merita di stare accanto ad un figlio IN QUANTO BIOLOGICAMENTE IN GRADO DI RIPRODURSI. E’ questo uno dei più grandi errori che si possano fare, caro Paolo e cari lettori! Credere che un GENITORE sia tale solo perchè in grado di dare alla luce dei figli. UN GENITORE va considerato sotto l’aspetto BIOLOGICO, LEGALE e PEDAGOGICO. L’aspetto pedagogico (educare) non ha niente a che fare con l’aspetto legale in quanto non è detto che un individuo capace di produrre spermatozoi o ovuli sia in grado di EDUCARE.

Dobiamo imparare ad essere molto più drastici in questo mondo. L’EDUCAZIONE è la chiave di una società PRODUTTIVA e FUNZIONANTE. L’educazione è quella cosa che deve essere lasciata a chi VERAMENTE sa fornirla ai propri figli, altrimenti, siamo complici del malessere sociale d individuale (sui bambini) che di anno in anno va sempre di più a peggiorare, specialmente nelle società occidentali.

 Giada Adornato prima cosa IO ho vissuto questa situazione, e non lei quindi la pregherei di non rispondermi con la presunzuine di sapere tutto….

Concordo

…seconda cosa non conosce mia madre e non sa nel corso degli anni come sia è comportata.

Esatto. Nessuno conosce tua madre. Perchè non viene allo scoperto? Perchè non viene in pubblico con la SUA verità per rispondere alle accuse di tuo padre? A me questo basta per capire che HA PAURA in quanto coscente di essere dalla parte della BUGIA, dalla parte del TORTO!

Mio “padre” le puo’ raccontare tutte le cavolate che gli passano per la testa e magari anche convincerla ma a me non puo’ raccontare bugie dato che non ho vissuto 2/3 giornate con lui ma ben 15 giorni al mese per 11 anni e sono certa di conoscerlo meglio di lei.”

Attenzione signori… notate il “padre” fra virgolette. Includere una parola fra virgolette significa fare ironia = scrivere una cosa intendendo l’opposto. In questo caso “padre” fra virgolette voleva significare “un non padre”. Una bambina di 12 anni non può sapere il significato delle parole fra virgolette. Questa persona è un adulto ce si spaccia pr la figlia.

questo blog rimarrà online negli anni a venire e questo articolo sarà indicizzato dai motori di ricerca. Quando qualcuno scrivera “Giada Fortunato” in Google, questo articolo uscirà fuori e sua figlia avrà qualcosa su cui investigare.

Giada Adornato e cmq mia mamma non va in televisione perchè non è una BUFFONA e BUGIARDA come qualcun altro…

le sue “battaglie” le ha sempre fatte dove tutte le persone normali le fanno

E dove sarebbero questo luogo? Nei tribunali?

e posso assicurarle che ha tutte le prove necessarie per smentire e dimostrare che le cose che mio “padre” dice non sono vere!

Bene, ex Sig.ra Adornato! Incontriamoci in Internet in un gruppo creato a posta e discutiamo oppure facciamolo in Skype. Tutto sarà registrato e reso pubblico così togliamo il vin dai fiaschi, come ongi tribunale VERO dovrebbe fare?

@Antonella Flati: “nessun partito politico si mette in gioco se prima non vaglia una documentazione”
Su questo ho i miei dubbi Antonella. 🙂

“Ma da tutto questo tu dovresti restarne fuori lascia agli adulti risolvere i loro problemi e cerca di vivere con serenita la tua adolescenza”
Non sono d’accordo. Credo che la bambina faccia bene ad essere cioinvolta. La verità aiuta a crescere.
Inoltre, credo sia sciocco invitarla a starne fuori a questo pnto della discussione.
@Francesca del Pizzo
“…io dico solo che di sicuro non sei la figlia di fabrizio hai un carattere troppo cattivo x essere sua figlia”
E ci può stare. Non concordo sulla cattiveria che invece definirei agressività. Un aggressività troppo sviluppata ed una capacità di dibattere troppo sviluppata per una bambina di 12 anni. Non mi sento di dire che non sia la vera figlia perché non posso averne la certezza, però il dubbio ce l’ho.

“comunque ricordati che un genitore non si ripudia mai buono o cattivo che sia””
Questa è la più grande stronzata che si possa sentire nel XXI secolo. NOn merita nemeno di essere commentata.

@Nicoletta Colasuonno
“scusatemi ma da quello ke leggo ha ragione nn la fate parlare ..ho sempre detto ke bisogna sentire tutte e due le campane.”

Vero. E se fosse davvero la madre di Giada? Che problema è. Lasciatela parlare, fategli domande e poi vediamo cosa vien fuori. Le bugie hanno le gambe corte e sono convinto che alla fine se è la madre che scrive allora emergerà come tale.

“! ma dai ma il video l’avete visto???poi aggiungo kè io ho già parlato così subito dopo averlo visto..pensavo ke si incatenava x cose più importanti..”

@Maria Teresa
“Buona sera Giada. Ci avevi già detto di essere arrabbiata con papà per le bugie che racconta e di provarne vergogna. Credo che questa rabbia dovresti chiarirla con tuo padre e tua madre …. ascoltandoli senza alcuna prevenzione …. la nostra opinione conta ben poco.”

Discordo completamente. I problemi di questo genere non si risolvono in 2. Ci debbono essere cervelli esterni che valutano e poi tirano le conclusioni, consigliando e/o punendo. QUesto è il lavoro che dovrebbero fare i giudici, questo è il lavoro che non fanno. Credo fermamente che dovremmo AIUTARE a capire la verità ma credo anche che non sia una cosa possibile in una situazione democratica in quanto troppi hanno la sua opinione. C’è bisogno di una persona in grado di analizzare OGGETTIVAMENTE non SOGGETTIVAMENTE.

” Io voglio dirti solo che i torti e le ragioni non sono mai da una sola parte ….”
Sbagliato! C’è sempre un origine del conflitto e se è vero che ALLA FINE gli sbagli si commettono entrambi, è anche vero che se le istituzioni intervenissero in tempo il problema verrebbe risolto ed il colpevole sarebbe uno solo: cului che ha dato il via ai conflitti.
Il sistema gioca proprio sul TEMPO. Il tempo porta i conflitti. DUe genitori lasciati da soli non possono far altro che arrivare ad un escalatino tdi conflitti che alla fine sono proprio quello che VUOLE il sistema. Il sistema ti porta ad incrementare i conflitti fino al punto di avere una ragione valida per impossessarsi dei figli. UN BUSINESS DA MILIONI DI EURO ALL’ANNO!
Quindi… per me di colpevoli ce n’è SEMPRE uno!

che, piccola come sei, sicuramente quella che definisci realtà in questi anni ti è stata in gran parte narrata ….. e che la verità che sostieni di conoscere potrebbe contenere impensabili contorni e sfumature”
Fra Giada e Fulvio Napoletano

Fulvio Napoletano:
“vorrei dire tante cose… ma meglio di no!! una su tutte vale la pena di dirla ma tu sei veramente la figlia??”

Fulvio ha fatto una semplice domanda. GUardate come ha reagito la figlia.

Giada Adornato “rispondo a Fulvio Napoletano: intanto se una persona mi risponde con arroganza io gli rispondo ugualmente!!….1° cosa non si permetta dinuovo a dirmi una cosa ddel genere perché non ne ha il diritto! 2° cosa le vorrei farle una domenda, non gli è mai passato per la mente che mio padre stai mentendo?? e se la risposta e no… mi dispiace per lei pechè mio “padre” è un bugiardo!!”

Non capisco a cosa si riferisce quando parla di arroganza ma nel caso si riferisse alla domanda di Fulvio, non vedo nessuna arroganza da parte sua ma solo una DOMANDA. Avere dubbi è lecito.
La rispsota della Giada non è una risposta di una bambina di 12 anni. La risposta della Giada mostra un’aggressività ed un modo di reagire troppo maturo. Sbagliato, ma appartenente ad un adulto.

Fulvio Napoletano “a GIADA la tua risposta a me e eloquente sei una persona con problemi ma non sò cosa ti fà stare cosi male!! IO non sono stato arrogante come tu dici anzi tu sei molto arrogante e cerchi appigli..

Esatto!

“..forse veramente sei qualcuno che vuole il male di un pazzo che perde la sua vita per l’amore di una persona che è semplicemente sua FIGLIA”

Esatto!

“certo che se inventasse tutto questo allora non ha proprio un c…o da fare ma mi sembra cosi assurdo!!”
Sembra, ma nella vita ho imparato che di assurdità nelle persone ce n’è a iosa. In più, non la chiamerei “assurdità” ma “tristezza” e “faccia di merda” in quanto sfruttare una situazioe del genere per altri scopi che non siano davvero l’interesse del minore, sarebbe davvero da puntire severamente!

“…cmq.. chissà chi si cela dietro stà account….ci vorrebbe Fabrizio per farcelo capire!!!!”
Esatto. FOrse basterebbe molto meno. COntinuo a leggere la conversazione poi dico cosa secondo me ci vorrebbe.

@Enza Fallacara “Se sei tu Giada, sei bella anche con le tue proteste che parlano di voglia di far chiarezza…ma falla con mezzi più efficaci e direttamente con tuo padre e chi vi segue in questa vicenda che possa mediare per una verità ed equilibrio. Ti voglio un mondo di bene e ti abbraccio con cuore di madre ,sicuramente non più pieno d’amore della tua mamma e a modo suo del tuo papà.”

Pura retorica “italianista”

Cara Giada… dimostri di avere molta dimestichezza con Internet. Una bambina che parla come te, è sicuramente in grado di pubblicare un video su Youtube dove, riprendentoti con una webcamo con un cellulare, saresti in grado di dire qualcosa tipo “Si sono io che scrivo nella pagina di mio padre e che rispondo ai vostri commenti”

La proposta di Enzo Messina

Avevo 5 anni quando persi mio padre, quel dolore nel petto e il sapore amaro di quelle lacrime non le ho mai dimenticate. Lo stesso dolore e lo stesso sapore amaro quando ho capito che qualcuno voleva impedire o limitare a mio figlio di avere un padre. SONO UN PADRE SEPARATO INCAZZATO.
Vedo , leggo e sento cose che prima non vedevo non leggevo e non sentivo, perché non mi riguardavano, ero un padre felice.
Adesso sento il bisogno di fare qualcosa, non tanto per me, ma per mio figlio, perché, almeno lui non possa avere lo stesso “trattamento” di noi PADRI SEPARATI INCAZZATI.

Concordo pienamente. Questo è un problema che conosce SOLO chi il problema lo vive in prima persona. Troppi non sanno ed il perché è uno solo: è interesse dello Stato, del sistema, di non informare il popolo. Un popolo ignorante è un popolo ubbidiente e non rivoltoso.

Noi padri siamo ritenuti genitori di serie B, per cui veniamo messi in un angolo, e per i fortunati in penombra con una briciola di pane e un goccio d’acqua, perché i figli sono come la luce per i ciechi, come il pane per gli affamati, come l’acqua per gli assetati.

Noi padri non siamo ritenuti di serie B – veniamo TRATTATI come genitori di serie B. Anzi no, veniamo trattati come un qualcosa da risolvere. Il sistema vuole eliminarci e chi non vuole credere a questa verità, commette l’errore più grosso della sua vita.

Proviamo ad uscire da questo ingiusto stato, ma non ci “caga” nessuno. Ci proviamo con manifestazioni, con passaggi televisivi, con proteste , con libri, con scioperi, incatenamenti, ma quello che raccogliamo sono solo pacche sulle spalle.
BASTA ! non voglio pacche sulle spalle, non voglio più elemosinare un’ora o un giorno da passare con mio figlio, perchè è un mio, suo, NOSTRO DIRITTO.

Esatto. I numeri dimostrano che non ci sono risultati positivi. I numeri dimostrano che il problema è in aumento, non in diminuzione. Quando, quelle poche volte, ho chiesto di mostrarmi qualche dato di qualche obiettivo raggiunto, mi viene risposto di comprare un libro oppure mi viene risposto con nomi di presunti aiutati come Fabrizio Adornato. Il povero Fabrizio Adornato, Carabiniere e compagno di sventura a cui va tutto il mio sostegno morale, non ha raggiunto nessun risultato.

Eppure siamo 4 milioni. Un numero di PADRI SEPARATI INCAZZATI che cresce in modo esponenziale.
Possibile che non contiamo nulla ?
Possibile che nessuno ci ascolti ?

Si Enzo. Nessuno ci ascolta e tutti ci sfruttano. Le televisioni, i giornali, gli psicologi e tutto il clero che mangia sulla nostra testa e sulla testa dei nostri figli!

Abbiamo solo un modo per farci ascoltare : urlare tutti insieme, urlare dentro il sistema, in modo democratico, tramite un nostro rappresentante.

Sono d’accordo sull’urlare tutti insieme ma non sono daccorto sul “democratico”. Non ci vuole democrazia ma bensì, capacità di analisi, capacità comunicativa, capacità gestionale ed organizzativa, capacità risolutive. Tutte cose che non fanno parte della massa. (dove c’è massa c’è stupidità). Il discorso si prolungherebbe nell’approfondimento sulla mia visione del significato (anzi sul danno) della parola democrazia ma, per tagliarla breve… meritocrazia, non democrazia. Democrazia = rovina del mondo.

Muoviamoci in pochi per il bene di tutti!

Sto dicendo di creare un partito. Il partito dei padri separati. Un partito che si occupi solo e soltanto del nostro problema.

Non concordo. Non esiste partito politico che non rispetti delle regole di “sistema”. Nel sistema politico ci sono regole che non si possono infrangere e queste regole sono dei limiti al movimento.

Immaginate , il nostro rappresentante ( deputato o senatore ) che ogni giorno presenta una interpellanza parlamentare per denunciare l’operato di un giudice, l’operato di un assistente sociale, l’operato di una mamma.

Immagino ma secondo me è pura utopia.

Noi siamo in guerra, e oggi le guerre si combattono e si vincono nelle stanze dei bottoni : Il Parlamento.

Non sono d’accordo. Secondo me siamo in guerra e ad un punto così grave che l’unico modo per uscirne fuori è una vera e propria rivoluzione OPPURE un’azione di contrasto autonoma ed apolitica come quella proposta qui.

In uno dei tanti commenti su FB ho letto che un nostro movimento politico di PADRI SEPARATI INCAZZATI, è un’utopia ! NO non è utopia. So che è fattibile, i numeri ci sono: 4 milioni, senza contare le nostre splendide compagne, i nostri fratelli , sorelle, madri, padri pronti ad aiutarci, ad aiutare noi , ma soprattutto ad aiutare i nostri figli.

Esatto! Ripeto, il principio del movimento lo condivido ma NON politico. Siamo molti e possiamo farcela, come ho scritto nella pagina del mio piano.

Ma dobbiamo organizzarci, dobbiamo riunirci , dobbiamo confrontarci, dobbiamo trovare una guida.
Ci ritroviamo spesso a commentare nei vari, anzi molti troppi gruppi su FB di padri separati, siamo come un’ esercito disperso, allo sbando. Io non riesco a seguire tutti i post , link ecc. ecc. e credo molti di noi hanno lo stesso problema, vuoi per il tempo, vuoi perché non portano a nulla.

Esatto.

Abbiamo bisogno di ritrovarci in questo posto virtuale per un unico scopo. Il nostro sarà un lungo cammino per raggiungere la meta. Credo sia giunto il momento di fare il primo passo:
Creare una struttura piramidale su FB, quindi un gruppo di padri separati nazionale, e i relativi gruppi regionali di padri separati, in modo che tutti possano ricevere notizie, proposte, e decisioni , la possibilità di incontri nelle proprie regioni tra gli iscritti della stessa regione, e incontri nazionali tra i rappresentanti degli iscritti regionali.
Tutto questo deve avere un unico scopo : CREARE IL PARTITO DEI PADRI SEPARATI.
Io ci credo , so che è possibile, sento già i commenti dei nostri “ nemici”, prima ironici , poi seri, infine preoccupati : Azz. UN GRUPPO DI SCONOSCIUTI SU FACEBOOK HA CREATO UN MOVIMENTO POLITICO.

 

Concordo con Enzo ma non capisco cosa significhi “struttura piramidale in FB”

Questo è quello che ho fatto e che sto facendo:

  1. avviare un movimento con delle idee ben precise sul perchè e sul come risolvere.
  2. Divulgare il tutto tramite web (sito, facebook, ecc) per reclutare persone che sposano il tuo punto di vista sul problema ed il tuo piano per poi passare all’azione. E’ quello che sto facendo dall’Ottobre 2011.

 

Concludendo…

Quello che scrive Enzo è quello che sto facendo da mesi con il movimento delle Rivoluzione Salva Famiglia. La differenza fra me ed Enzo è che lui crede nel movimento come partito politico mentre io credo ad un movimento APOLITICO.

Sono contrario al partito POLITICO ma mi poso sbagliare. Invito Enzo e tutti coloro che invece ci credono a discutere su questo. Questa è una causa sociale ed un problema di molti e non agirò mai per partito preso. Se capirò che ci sono le possibilità per raggiungere l’obiettivo tramite partito politico, mi presterò volentieri. pero sia così anche per Enzo e per gli atri che sposano il suo punto di vista.

Invito anche Enzo a considerare un unione dei movimenti, in quanto penso che entrambi condividiamo il PERCHE’ di tutto questo problema, condividiamo l’opiione sull l’importanza del Padre nella crescita di un bambino (educazione) ed altro.

Roberto Castelli – Un vile ed un Infame

Questa è la reazione del Roberto Castelli a questo post contro il suo amico Giorgio Ceccarelli.

———-

Gabriele, io credo che tu abbia perso la ragione se credi che siano tutti contro di te, solo perchè non sai concludere concretamente la tua situazione e il vestito da padre allontanato ti sta stretto. La battaglia tua è quella di tanti, inutile che tiri calci agli altri che vivono il tuo stesso disagio, confondi il nemico e spesso non capisci nemmeno ciò che ti si dice, fai qualcosa tu come da anni facciamo qualcosa noi e se credi di essere meglio, anzichè prendere per il culo, diventa un califfo e poi ti faremo un monumento e ti eleggeremo come rappresentante unico dei padri che hanno capito tutto e hanno illuminato la strada agli altri.Non è denigrando il lvoro (spesso infruttuoso) di chi “ci ha provato, che diventi migliore tu…non è spargendo merda che ti nobiliti, se una ctu o un assistente socliale o un quasiasi psicologo ti prendesse in esame, coglierebbe immediatamente che non sei adatto per5 il tuo squilibrio, ad essere un padre, coa diversa dal mio punto di vista,, so che tu sei scheggiato, stai perdendo un filino la ragione e lo capisco dall cacca che spargi, ingiusta soprattutto sulla mia persona che ho cercato di sopportarti e darti anche spiegazioni logiche e lucide, a te, SORDO che non vuole sentire.

INIZIA TU LA BATTAGLIA e poi stiamo a vedere che c..o combini! SU AVNTI, anzichè lamentarti sempre, DATTI DA FARE E FACCI VEDERE COSA SAI INVENTARE DI NUOVO E RISOLUTIVO, SENZA SUICIDARTI ! SU..aspettiamo tutti con trepidazione.

—————————-

Questo è quello che faccio:

Il blog di Rivoluzione Salva Famiglia, i documenti nel gruppo dei padri separati, le LOTTE contro gli Ignavi e contro chi reputo complice del male, come il Castelli, come Giorgio Ceccarelli, come Sheyla Bobba e fidanzato. Complici involontari, ma sempre complici sono in quanto distraggono le masse puntandoli nella direzione sbagliata (speranza nel cambiamento delle leggi a colpi di manifestazioni, incatenamenti, interventi in televisione, ed altro)E questo è un sondaggio dove chiedo al gruppo dei padri separati cosa pensano del sottoscritto. https://www.facebook.com/groups/36701806497/10150543818121498/Poi se vedi che non ottieni risultati togliti dalle scatole e vivi il tuo dolore con l’aiuto di uno psicologo e rendi fruttuoso il tuo tempo occupandoti di te stesso.

—————————————
Essere buoni genitori, non sempre coincide col metterli al mondo!
Non c’è in ballo un “conflitto tra generi”, visione sessista. Ci sono genitori che si interessano e vanno premiati e genitori che usano i figli e vanno sanzionati. La guerra tra i generi non ci appartiene” La relazione coi nostri figli, invece eccome SI !Vogliamo essere genitori responsabili, accanto ai figli nel modo più equilibrato possibile senza discriminazioni. Ma nella piena consapevolezza della grande discriminazione all’oggi esistente che onera spesso solo uno dei due genitori.
Oggi infatti …purtroppo, non è sempre possibile essere coerenti col desiderio genitoriale di “esserci”anche dopo la separazione coniugale o di fatto. La magistratura non applicando correttamente il dettato di legge della 54/2006 (affido condiviso dei minori, penalizza nel 5% dei casi le madri e per il restante i padri relegandoli pressochè unicamente al ruolo di bancomat, riscontriamo infatti dalle sentenze che oltre all 85% del tempo i bambini vengono affidati alle sole mamme e questa è cronaca de tribunali! E i papà ?: -basta che paghino…non che educhino o allevino i figli-. Questo avvilente aspetto è il vero tumore, la vera diga che (oltre a vanificare il senso della legge) blocca l’emancipazione di tutto il popolo italiano, con risultati allarmante.Valori ed Etica si insegnano in famiglia! anche se separati o divorziati, perchè l’unica separazione da evitare…è quella dai figli, perchè la vita dei bambini si costruisce sulla somma degli affetti ! E la casa…è dove c’è il cuore!

Lavoriamo per diffondere la BIGENITORIALITA’ :la risposta rispettosa di tutti.

[…]

non sempre serve accarezzare i malati. alcuni sono gravi perchè hanno scelto di non comprendere il senso della cura, altri perchè non sanno accogliere idee diverse dalle loro, altri perchè non sanno quali siano le regole del dialogo, altri perchè sono solo maleducati e se gli hanno tolto i figli, poi, comprendi che qualche ragione poteva anche esserci in personalità così …spigolose, MAI capaci di accordarsi e tutto sommato che lasciano trasparire solo una folle rabbia inconcludente.
——————————-

Gabriele Cripezzi – Sei uno di quelli che non accetta le critiche e le idee degli altri.

Tu, come Giorgio Ceccarelli, come Sheyla Bobba e fidanzato, e molti altri. Meglio spigoloso che infame come te, in quanto anche tu come quelli sopra citati appartieni a quelli che lanciano false accuse al fine di gettare discredito sul nemico (proprio come fanno le madri malevole che tutti conosciamo.) Capito Roberto Castelli? Io lo posso dimostrare che tu sei un infame, come posso dimostrare che lo sono tutti quelli sopra. E presto quelli come te saranno dei ricordi. Roberto Castelli …  l’unica risposta davvero efficace è IGNORARE, cosa che farò d’ora in poi con tutti quelli che citeranno GABRIELE CRIPEZZI, e li informerò del suo stile più vicino al calunniatore, che ad padre separato che ha a cuore i propri figli! Gabriele Cripezzi – Caro Roberto, ancora una volta dimostri quanto sei vile. Infilare i miei figli in questa discussione o parlare di me come padre è da vili. Questo è segno che tu di me hai paura. E fai bene. Sei perchè? Perchè quello che hai appena fatto e cioè coinvolgere i mie ifigli, è una cosa che pagherai molto cara.

Invito il Sig. Castelli e dimostrare quando e chi ho calunniato

Senza pietà, contro gli infami!Per chi volesse approfondire sul sig. Castelli… clicca qui.

E detesticolizzati – I cerebrolesi

Il signori qui citati sono dei lobotomizzati, detesticolizzati. Questi sono quei soggetti che accettano di tutto, se prescritto ed ordinato dalla legge e dalle istituzioni.

Per loro la legge è vangelo e tutto quello che non è regolamentato dalle leggi discusse ed approvate in parlamento non è giusto. I soggetti qui citati si affidano ai politici ed alla loro buona fede, al loro interesse nei confronti del popolo, ecc.

Cerebrolesi a cui andrebbe tolto il voto. Se oggi siamo nella condizione sociale in cui siamo, è grazie ad individui  del genere che con il loro voto e con le loro menti controllate non fanno altro che DANNO a tutti noi.

Questi individui sono coloro che non capiscono la gravità del problema (sociale ed individuale) e di fronte ad uno stupro di gruppo sulla propria moglie reagisce così:

Moglie: AIUTOOOOOOOOOOOOOO

Lui: Un momento cara… sto chiamando il 112!

Caso # 1 – FAMOSE DU RISATE

Scrive: 

Abbiamo bisogno di fare nuove proposte di legge per cambiare certe cose abbiamo bisogno di aiuti da parte dello stato agevolazioni ecc per padri separati

Rispondo

In un mio precedente messaggio ti avevo chiesto di prendere in considerazione il fatto che lo Stato non e’ tuo amico ma tuo nemico. Sei in grado di prendere in considerazione questa evenienza?
Lo Stato non e’ tuo amico. Il malessere del cittadino e del popolo equivale al suo benessere.  http://rivoluzione-salva-famiglia.org/il-sistema

Ed ecco la sua risposta

Anche se mettiamo l’ipotesi in cui che quello del nazifemmi ecc sia reale secondo te certi personaggi dello stato te lo confermano? No, neanche morto! qui non e’ importante scoprire se c’è o non c e nazifemmi…… qui l’importante e’ salvaguardare i bimbi i loro diritti”

Per questo signore, la PAS non esiste in quanto LORO (i personaggi dello Stato, come li chiama lui) la negano. Per questo signore, tutto quello che lo Stato non approva o nega, non esiste!

Nel caso vi sia sfuggita… “qui non e’ importante scoprire se c’è o non c e nazifemmi…… qui l’importante e’ salvaguardare i bimbi i loro diritti”

Sento le campane suonare a morto. Questa è la maggioranza, la masse, il popolo… quella maggioranza che con il loro voto permette ai criminali di governanrci.

 

Caso # 2 – Roberto Castelli

Non amo la violenza, preferisco evidenziare la stupidità e la scarsa idea di “armonia” di alcune persone, che anche eliminandole, non sarebbe a garanzia di epurazione reale.

Il Sig. Castelli non ama la violenza. Preferisce esserne vittima!

Ecco quello che fanno le persone con scarsa “armonia”, come le definisce l’egregio Castelli – Clicca qui e qui

 

 

10 Domande

Queste sono risposte a 10 domande inviatemi da una ragazza in FB per preparare una tesi di laurea.

 

1. Lei è stato un padre che si è occupato personalmente di suo figlio? ossia, si è assunto compiti di cura come lavarlo, cambiargli il pannolino, dargli da mangiare, ecc.. ?

Si, più della madre. Mia figlia non voleva farsi lavare dalla madre, farsi vestire e nemmeno mangiare. Non mangiava se non c’ero io a casa. Mentre succhiava il latte dalla mamma, interrompeva la ciuccata frequentemente per vedere se c’ero sempre. https://plus.google.com/photos/102028314376285285398/albums/5662631269275201441/5662631285022767314

Leggi il resto dell’articolo

Marina P. Lupa Animalista – Offese

Con le offese

 

Le offese sparite 🙂