Rivoluzione Salva Famiglia

… contro il sistema criminale statale

Archivi Categorie: Mala Informazione

Glenda Mancini colpisce ancora

Oggi è successa una cosa che ha dell’incredibile che merita un post. Un post per denunciare ancora una volta il potere incredibile del cervello femminile nel credere a cazzate “auto-raccontate”, passatemi il termine.

Lo scorso 21 di Marzo pubblicai un post che dimostrava la mancanza di fondatezza di dati sulla quale la neo-laureata Glenda Mancini ha basato la sua tesi di laurea, poi pubblicata su un libro. Il mio post illustra chiaramente ed inconfutabilmente  che i dati riportati su quel libro sono errati. Si può quindi dire che la Sig.na Mancini ha “aperto bocca senza cognizione di causa”.

Cosa leggo oggi sulla sua fanpage in Facebook? La Mancini che si lamenta del fatto che Internet è popolato da gente che… leggete sotto, quello sottolineato in rosso.

glendamancini_post_18_Giugno_2014

Non potevo credere alle mie ORECCHIE (si si… come lei dice che la gente apre bocca per scrivere, posso anche dire che apro gli occhi per ascoltare, no?!)

Si, gente. Internet è pieno di gente che scrive senza cognizione di causa, dobbiamo accettare questa triste realtà. Ma la cosa peggiore, quello che mi fa veramente incazzare, è che a certi individui viene data la possibilità di SCRIVERE CAZZATE anche su LIBRI!

Annunci

Risultati del lavaggio di cervello sulle donne – discussione in Facebook

Questa è una conversazione tenutasi con una (ex)amica Claudia Caporgno in Facebook, sotto una fotografia pubblicata sulla sua bacheca. Questa conversazione mostra chiaramente gli effetti del lavaggio di cervello perpetrato dai mass-media sulle donne (e non solo).

L’articolo

ERA IN UN LAGO DI SANGUE: stuprata con selvaggia violenza, numerosi interventi, ha solo 20 anni. Era fuori da una discoteca di Pizzoli, in provincia dell’Aquila, per una festa…

“La giovane, che partecipava ad una festa con una ottantina di persone, è stata trovata fuori dal locale dopo le 3,30 in un lago di sangue.”
“Se non mi fossi accorto della giovane svenuta a terra, probabilmente sarebbe morta per il freddo. L’ho trovata mentre stavo chiudendo il locale in un lago di sangue nel parcheggio fuori la discoteca, ho avvertito immediatamente il personale del 118 ed i carabinieri della stazione di Pizzoli”. La testimonianza è di Luigi Marronaro, titolare della discoteca “Guernica”, nel Comune di Pizzoli (L’Aquila), all’esterno della quale, intorno alle 3.30 di stamane è stata stuprata una ventenne di Tivoli (Roma) ma domiciliata nella frazione aquilana di Coppito.
La giovane con un’amica avrebbe conosciuto tre ragazzi, a quanto pare dell’Aquila e militari dell’Esercito nella discoteca in cui si stava svolgendo una festa organizzata. A fermare uno dei presunti aggressori è stato lo stesso titolare della discoteca che lo ha fatto bloccare all’esterno del locale dagli uomini della sicurezza, per affidarlo ai carabinieri. Il giovane avrebbe negato lo stupro, parlando ai Carabinieri di un rapporto sessuale consenziente. Nei suoi confronti non sono stati finora adottati provvedimenti. La sua versione, si apprende negli ambienti investigativi, dovrà essere confrontata con quanto dice la vittima che non è stata interrogata perchè in evidente stato di choc.
“E’ un fatto sconvolgente, atroce – ha affermato il sindaco di Pizzoli, Angela D’Andrea -. Mi auguro che il responsabile o i responsabili di questo crimine vengano individuati al più presto”.
La giovane stuprata, si è appreso da ambienti medici, ha perso molto sangue; numerosi gli interventi per suturare le ferite che le sono state provocate con la violenza.
http://www.rainews24.it/it/news.php?newsid=161588

La conversazione

    • Gabriele Cripezzi non credete a queste campagne diffamatorie

    • Claudia Caporgno a quale campagna…è inerente alla ragazza che è stata stuprata e lasciata sanguinante in mezzo alla neve

    • Gaetano Zucca tutte le occasioni sono buone. Per diffondere misandria

    • Claudia Caporgno essi anche la cronaca giornalistica e televisiva ne è complice vero…ma piantala, non facciamo di tutta l’erba un fascio….di bastardi/e ne esistono e vanno puniti/E

    • Gabriele Cripezzi Esatto Gaetano. Qquel manifesto insieme allegato all’articolo fa pensare ad un altro attacco all’uomo.

    • Gaetano Zucca la cronaca è una cosa, la propaganda un’altra. Questa è propaganda feminazi

    • Gabriele Cripezzi Claudia SI, i mass-media sono controllati e da nazi-femministe.

    • Claudia Caporgno il manifesto…stà ad indicare che una violenza sessuale non è solo fisica…purtroppo và ben oltre

    • Gabriele Cripezzi Io a questi articoli di cronaca non credo più. Non dico che non sia vera la notizia. DIco solo che prima di crederci devo avere le prove

    • Gaetano Zucca no, solo tu hai pensato ad un fatto di cronaca particolare. Chi vede pensa ad una donna qualsiasi ….

    • Gabriele Cripezzi No Claudia. Il manifesto è UN MANIFESTO come tanti usati dalle campagne nazi-fem con scopo diffamatorio verso l’uomo (maschio) e FORMATIVO verso il popolo.

    • Claudia Caporgno ma che cazzo centra con il femminismo….maddai…ma se noi ci fossimo trovati nostra figlia in quello stato…cosa gli avremmo detto…l’avremmo colpevolizzata….non penso

    • Claudia Caporgno e se io sapessi che mio figlio un giorno colpevole di certe cose…sarei la prima a portarlo alle forze dell’ordine

    • Claudia Caporgno ma cosa mi frega del link….no alla VIOLENZA!!!!!

    • Gaetano Zucca rende l’idea

    • Gaetano Zucca Strategia mediatica (nazi)femminista:
      Dipingere tutti gli uomini come carnefici e tutte le donne come vittime. Per mettere sotto processo gli uomini e privarli dei loro diritti fondamentali.

    • Claudia Caporgno in questo caso sei tu che ti sei fermato ad un immagine…ma evidentemente non ti ha reso l’idea…che se la ragazza fosse stata nostra figlia????? oppure uno dei militari nostro figlio????? era ancora propaganda….maddai ma un pò di dignità

    • Claudia Caporgno non rende un bel niente l’idea…

    • Gabriele Cripezzi Claudia apri gli occhi. Non si tratta di non colpevolizzare la violenza sulle donne ma di dipingere l’uomo come il violento che non è.

    • Gaetano Zucca ma se al posto della ragazza ci fosse un ragazzo… l’immagine non fa pensare a questa eventualità

    • Gabriele Cripezzi Claudia non stiamo ammettendo la violenza sulla donna. Rileggi con calma

    • Gaetano Zucca cmq inutile stare a parlarne con te. Non serve.

    • Gabriele Cripezzi Invece serve perchè devono capire. Le stanno ingannando e dobbiamo aiutarle ad aprire gli occhi.

    • Claudia Caporgno è l’ARTICOLO….INTANTO RISPONDIMI…SE ERA NOSTRA FIGLIA?

    • Gabriele Cripezzi Se era mia figlia quelli morivano. Su questo non si discute. Il punto che TU NON VUOI CAPIRE è che PROPABILMENTE QUELLE NOTIZIE NON SONO VERE!

    • Claudia Caporgno devo capire cosa che siete una massa di ipocriti che per voi và bene venissi violentata….tanto la giustificherete come propaganda

    • Gabriele Cripezzi Se tu dici queste cose sei una calunniatrice. E se continui dai proprio l’idea di non capire una mazza.

    • Gabriele Cripezzi Esci da codesto baratro e LEGGI

    • Claudia Caporgno siete dei maschilisti a favore della violenza….e vi celate dietro la facciata dei buoni padri….i buoni padri sono di gran lunga diversi

    • Gabriele Cripezzi non accusare in codesto modo. Mi aspetto delel scuse

    • Claudia Caporgno ma fatti furbo….

    • Gabriele Cripezzi Ok abbastanza

Le violenze domestiche sono in prevalenza causate dall'uomo: parola di Giorgio Ceccarelli

DATI VERI: VIOLENZA SUI BAMBINI

Per quanto riguarda la violenza sui bambini, le ricerche americane mostrano che è principalmente operata dalle madri (31.5% dei casi), da entrambi i genitori (21.3%), dalle madri ed altri (16.3%), dai padri (10.7%).  La figura è tratta dal National Child Abuse and Neglect Data System, ed altre ricerche trovano risultati simili.

I dati veri possono apparire inverosimili a chi è stato bombardato da altri dati, usati per dipingere gli uomini come tutti violenti, e le donne come tutte vittime.

Leggi tutti i dati veri: http://rivoluzione-salva-famiglia.org/mala-informazione/statistiche/dati-veri-dati-falsi/

  Leggi il resto dell’articolo

Bambina picchiata da coetanei, trasformata in una vittima di abuso da parte di adulti

 

E’ chiaro come si cerchi di puntare il dito contro contro adulti malvagi
LA MIGLIORE PENA SAREBBE GONFIARLI DI BOTTE 100 VOLTE DI PIU’.

ISTAT: in Italia la prima causa di morte degli uomini è per mano femminile

SORGENTE: http://www.adiantum.it/public/468-istat–in-italia-la-prima-causa-di-morte-degli-uomini-%C3%A8-per-mano-femminile.asp

Siete sorpresi nel leggere questa affermazione ? Fate bene, è falsa. Dopo un primo istante di smarrimento chiunque avrà capito come il titolo di questo articolo (e solo il titolo, non il contenuto….) sia una burla, un “pesce d’aprile” un pò tardivo.

Ma lo scherzo che l’ISTAT si è prestato a fare, su commissione del Ministro delle Pari Opportunità di allora (in collaborazione con i centri antiviolenza….), non è stato per niente un pesce d’aprile, ma la scientifica preparazione del terreno per l’emanazione delle leggi “ad interesse femminile”, prima tra tutte quella sullo stalking.

Leggi il resto dell’articolo