Rivoluzione Salva Famiglia

… contro il sistema criminale statale

Archivi Categorie: La mamma e’ sempre la mamma

Incolla le mani della figlia al muro, 99 anni di carcere

Sorgente: http://www.today.it/mondo/mamma-mani-figlia-muro-condanna.html

 

Texas, mamma incolla mani figlia al muro: condannata a 99 anni di carcere

TEXAS (USA) – Aveva preso a calci e pugni la figlia di due anni e poi, come se non bastasse, aveva incollato le sue manine alla parete del bagno. Tutto questo perché la piccola, non riuscendo a usare il vasino, aveva fatto pipì a letto.

La responsabile della violenza (avvenuta nel settembre 2011) è la madre Elizabeth Escalona, 23 anni (nella foto, piange ascoltando la sentenza), condannata ieri da un tribunale del Texas a novantanove anni di carcere.

All’epoca dei fatti, la polizia trovò la bambina agonizzante, in coma e con le mani lacerate per il tentativo di staccarsi dal muro. Per le percosse subìte, la piccola aveva riportato un’emorragia cerebrale, finendo in coma per due giorni.

A nulla è valsa la clemenza richiesta dai familiari della madre, riconosciutasi colpevole. Per lei si apriranno le porte del carcere, e sarà una lunga punizione.“

Annunci

Il Calvario dei padri e la Sindrome di Medea

Punita con corsa di 3 ore da mamma e nonna: muore bimba 9 anni

Una bimba di 9 anni è stata costretta a correre per tre ore dalla nonna e dalla matrigna come punizione per una bugia, e ne è uscita così disidratata da morire pochi giorni dopo.

E’ successo in Alabama, dove ora le due donne sono in carcere su cauzione con l’accusa di omicidio. Savannah Hardin venerdì scorso ha mentito alla nonna, la 46enne Joyce Hardin Garrard, negando di aver mangiato una caramella.

Per questo è stata costretta da lei e dalla madre 27enne Jessica Mae Hardin a correre ininterrottamente per ore. La mamma la stessa sera ha chiamato i soccorsi, perché la bambina aveva avuto un malore ed era priva di coscienza. Lo sforzo le aveva infatti provocato una severa disidratazione, per cui è morta lunedì.

La causa del decesso è stata rivelata da una autopsia, secondo cui si è trattato di omicidio. Un abitante del quartiere ha raccontato di aver visto la piccola correre davanti alla sua casa, ma di non aver visto nessuno che la costringesse.

Attalla (Alabama, Usa), 23 feb. (LaPresse/AP)

http://it.notizie.yahoo.com/usa-punita-con-corsa-di-3-ore-da-132750833.html?nc

LA MEDEA DEI TEMPI MODERNI

(La drammatica analogia fra il mito e la realtà: Un caso concreto di analisi e di prevenzione della Sindrome di Medea)
(The dramatic analogy between the myth and the reality: A concrete case of analysis and of prevention of the Medea Syndrome)

   
  Medea uccide i suoi figli
Ferdinand Victor Eugène Delacroix (1798-1863)(in alto a sinistra) 1838, 165 x 260 cm
Musée des Beaux-Arts, Lille – France(in alto a destra) 1862, 76 x 175 cm
Musée du Louvre, Paris – France

(a lato) 1859, Nationalgalerie, Berlin – Germany

 

Leggi il resto dell’articolo

Donna fa sesso con gli amici della figlia: “volevo soddisfarli per proteggere la verginità di mia figlia”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una donna di Anderson, California, è stata arrestata con l’accusa di avere fatto sesso con almeno tre ragazzi tra i 15 e i 16 anni. La donna Deborah Lee Towe, all’inizio aveva negato tutto, ma poi ha ammesso che dei contatti sessuali con i ragazzi ci sarebbero stati.

La Towe ha ammesso di essersi sentita lusingata dalle attenzioni da parte dei giovani amici della figlia, ma ha motivato le sue azioni con un’argomentazione piuttosto insolita: quella di voler proteggere la verginità dela giovane figlia. Secondo quanto ha raccontato, infatti, la sua intenzione era di permettere ai giovani ragazzi di scaricare su di lei la loro carica sessuale in modo che, una volta soddisfatti, fossero sessualmente “meno pericolosi” per la figlia.

http://www.redding.com/search/?q=Deborah%20Lee%20Towe&t=news